Oltre le scuole invisibili

€20,00
Articolo:
Fabio Scrimitore
Oltre le scuole invisibili
Questo volume raccoglie gli scritti già comparsi in Le scuole invisibili e altri nuovi che lo arricchiscono e completano. L’autore offre ben 467 schede con materiali di puntuale approfondimento su leggi e tematiche legate al pianeta scuola in tutti i suoi profili. Ecco un testo di rilevante utilità per gli operatori scolastici di ogni ordine e grado nonché di grande godibilità per chi più semplicemente è curioso di ciò che avviene nel mondo della scuola.
 
 
 
info-copertina
Oltre le scuole invisibili
anno: 
2007
pagine: 
472
isbn: 
978-88-8176-947-6
Fabio Scrimitore è nato nel 1941 a Uggiano La Chiesa, nel Salento leccese. Ha studiato al Liceo Capece di Maglie. Studi universitari a Napoli e Bari. Dal 1961 è stato funzionario dirigente nel Provveditorato di Studi di Lecce. Attualmente è Provveditore agli Studi di Bari dopo esserlo stato di Brindisi e Lecce. Dirige la rivista “Scuola e Amministrazione”, collabora a varie testate giornalistiche locali e nazionali.
 

Indice

         Prefazione
         Prefazione alla prima edizione
 
         La trasparenza nel procedimento amministrativo
         L’araba fenice: la cattedra-orario
         Il rientro in servizio dopo il 30 aprile
         Il TAR e la maturità
         Il divieto di spostamento dopo il 20° giorno
         Mamma insegnante e figlio-alunno nella stessa classe
         Il part time
         La nuova didattica: le lezioni autogestite
         L’orario di servizio dei capi di istituto
         Il professor sindaco
         Il codice di stile delle comunicazioni scritte
         L’orario di uscita nelle scuole materne
         Le gite scolastiche: lezioni fuori dalle aule
         L’obbligo della motivazione delle risposte degli uffici
         La carta dei servizi scolastici
         Occupare le scuole è illecito
         L’anno sabbatico mancato
         L’insegnante di religione negli scrutini
         Le ragioni dei genitori di studenti bocciati
         Anche la scuola sa essere efficiente
         L’esercizio della professione libera
         Montanelli e la scuola
         Ritorna la protesta degli studenti
         Gli insegnanti si convertono
         La riforma dei cicli della scuola
         Gli studenti possono cambiare classe nell’istituto?
         Anche un albanese può sostenere gli esami di licenza media
         È vietato il doppio lavoro per chi non ricorre al part time
         I disagi degli insegnanti
         La scuola verso l’Europa
         Le pensioni di inabilità
         La consulta degli studenti
         Gli allievi, l’handicap e gli esami di qualifica
         I 40 saggi ed i saperi fondamentali della scuola
         I centri territoriali permanenti e la formazione degli adulti
         L’attenzione per gli studenti “bocciati”
         Gli insegnanti di sostegno agli svantaggiati
         Sugli studenti ritardatari
         La riforma della scuola
         I sacrifici degli insegnanti
         Prorogata la validità di molte lauree
         Le iniziative della consulta provinciale degli studenti
         Esami integrativi o di idoneità ?
         Parlano i 44 saggi di Berlinguer
         Come saldare il debito formativo
         Maturità, vecchia formula: ultimo atto
         Esperienze di scuola materna
         II preside lascia la scuola
         L’integrazione scolastica degli alunni disabili
         Nuovo sistema di giustizia amministrativa
         Le punizioni degli studenti
         Iniziative di lotta contro la dispersione scolastica
         Le agitazioni degli studenti
         Ispettori e provveditori nella scuola dell’autonomia
         La scuola e la responsabilità delle comunità locali
          “Come eravamo, come siamo, come saremo”
         La matematica per i ragazzi della media
         La soppressione dei provveditorati agli studi!
         Gli studenti e la conoscenza scolastica
         Il voto agli esami di Stato
         Utilizzazione di insegnanti in attività non di insegnamento
         La scuola ha bisogno di fiducia
         La scuola dialoga con gli studenti
         “Non uccidiamo la scuola!”
         Il convegno nazionale sul monitoraggio dell’autonomia
         Il principio di legalità
         La luna di Einstein
         La bambina non trova i compagni in classe
         La protesta degli insegnanti
         I permessi retribuiti
         Le scuole paritarie
         Conoscere è ricchezza
         L’ortografia dei temi agli esami di Stato
         Con i presidenti delle commissioni d’esame
         In attesa dei nuovi curricoli
         Chi nominerà il vicario del dirigente scolastico?
         La scuola dell’autonomia
         Secondo giorno di scuola
         Gli obblighi di servizio degli insegnanti
         L’insegnante di sostegno
         Il libro di testo
         II rapporto di dipendenza pubblica
         Gli studenti e la storia
         Anche Omero, ogni tanto, si distrae
         Giano: il dirigente fra l’amministrazione e la didattica
         L’obbligo formativo per i quindicenni
         La rilevazione automatica delle presenze dei docenti
         Le iscrizioni in zone al di fuori del bacino di utenza
         Sulle interrogazioni
         Una lezione di fisica universitaria a studenti di liceo
         I nuovi curricoli scolastici
         La nuova architettura della scuola
         II regolamento dei curricoli della scuola di base
         Il desiderio del ritorno alla sintassi
         L’incontro con la critica letteraria
         II TAR del Lazio censura le graduatorie permanenti
         La qualità della scuola degli anni settanta
         L’educazione permanente
         L’insegnante di religione cattolica ed il credito scolastico
         Gli insegnanti esclusi dalle commissioni degli esami di maturità
         I nuovi organi collegiali
         Il Ministro cambia le “fasce”
         La nuova amministrazione scolastica
         Il decreto-legge sulla scuola e l’organico unico
         Il dirigente della scuola del 2000
         Il venerdì delle nomine
         Si eviterà l’onda anomala?
         Il primo sabato scolastico del 2001/02
         La didattica modulare
         Le lezioni autogestite
         Le contestazioni in materia di supplenze
         La determinazione del Ministro Moratti
         Gli errori colposi dei dipendenti pubblici
         Una scuola sempre riformanda
         Dal provveditorato al centro servizi amministrativi
         Il calendario scolastico
         L’Aggiornamento dei docenti
         Basta esami di Stato ai cattedratici dell’università!
         La valutazione nella scuola
         La gestione dei beni mobili della scuola
         Il telelavoro a scuola
         Gli insegnanti resteranno nel comparto scuola?
         Valentina Aprea, dirigente scolastica, sottosegretaria
         L’assegnazione dei docenti alle classi ed ai plessi
         Reintroduciamo lo studio autonomo della logica?
         Le scuole in attesa
         L’addio alla scuola d’un direttore didattico
         Si può rinunciare ad una supplenza ?
         Fra istruzione ed educazione
         Reintroduciamo l’analisi logica ed il latino nella scuola?
         Autonomia e correttezza amministrativa
         Sulla devolution ispirata dalla Lega Nord
         Il codice deontologico dei docenti
         Il giornalismo scolastico
         Gli insegnanti che non possono insegnare
         Lo studente condannato a pulire la classe
         La riforma Moratti è legge
         Valutare l’efficacia degli apprendimenti
         Il riconoscimento della causa di servizio
         Alle famiglie piace l’insegnante tutor
         Autonomia e riforme del titolo V della Costituzione
         Gli insegnanti tornano a scuola
         I dirigenti scolastici e lo spoils system
         Il piedino d’un insegnante inquieto
         La scuola: la più grande scoperta della storia dell’umanità
         L’educazione scientifico-tecnologica
         Una riforma ogni cinque anni
         Il Crocifisso nelle aule
         Il portfolio europeo delle competenze linguistiche
         Il nome degli istituti scolastici
         Si riforma la riforma degli organi collegiali territoriali
         Riforma: addio al vicepreside
         I tre “no” alla riforma della scuola di R. Maragliano
         Le statistiche del prof. Avveduto
         Il tempo-scuola nella varata riforma Moratti
         Le assemblee studentesche
         L’alternanza scuola-lavoro
         Prove di autonomia didattico-organizzativa
         Il primo decreto legislativo Moratti
         La scuola a “Porta a porta” con Silvio e Letizia
         Gli esami di idoneità ai bambini della primina
         Tutto è valutazione
         Il vicario
         La scuola e le teorie evoluzionistiche
         Proteste contro le riforme Moratti
         Diritto-dovere all’istruzione ed alla formazione
         I diplomi di secondo grado
         Ancora esami di Stato
         Il dirigente eletto
         Il candidato escluso dagli esami di licenza media
         Affinità elettive tra la scuola ed i decreti-legge estivi
         Le iscrizioni tardive a scuola
         Riaprono le scuole
         L’assegnazione dei docenti alle classi
         C’è un tutor?
         Le certezze degli insegnanti di sostegno
         L’assistente amministrativo sale in cattedra
         Giudici, sindacati e presidi
         Non punite gli studenti!
         La dolcezza dell’essere dirigente scolastico
         Straripano le acque nel Liceo Parini
         Un cortometraggio su Adamo ed Eva
         Quale curricolo obbligatorio per la scuola media
         Gli incidenti a scuola
         La qualità della scuola nell’indagine PISA
         Riprende il rito delle iscrizioni
         Gli esami di idoneità per le classi della scuola primaria
         La Moratti toglie il voto ai dirigenti scolastici?
         La valutazione degli elaborati degli studenti di liceo
         Ancora sugli esami di idoneità nella scuola primaria
         Il nuovo sistema di formazione degli insegnanti
         La scuola raccontata al mio cane
         Gli alunni di quinta elementare liberati dagli esami
         Si attende il completamento della riforma Moratti
         L’aspirazione d’un insegnante che crede nel suo lavoro
         Chi si aggiorna può essere retribuito ?
         Prima prova scritta degli esami di Stato
         Il “maestro” e la scuola elementare
         L’insegnante ed il “pezzo grosso”
         La Suprema Corte di Cassazione ed il Consiglio di Stato
         Parla il papà di un ragazzo dislessico
         Dopo il 31 luglio si possono conferire nomine in ruolo
         La ragazza promossa vuole essere bocciata
         La continuità didattica e l’assegnazione dei docenti alle classi
         Le utilizzazioni in compiti diversi dall’insegnamento
         Le prove del concorso per dirigente scolastico
         L’assistenza ai diversamente abili
         Quando lo studente è “esuberante”
         Completata la riforma Moratti
         Le scelte per la frequenza degli istituti superiori
         Il diritto d’assemblea
         Condannato per aver osservato una norma vigente
         L’orario delle lezioni del docente di sostegno
         La valutazione per la promozione si farà ogni due anni
         Si incrementa lo studio dell’inglese
         Gli esami di idoneità riformati
         La nuova prospettiva didattica della riforma del II ciclo
         Le iscrizioni alla scuola dell’infanzia
         Non si possono rompere le cattedre
         La frequenza delle prime tre classi superiori senza tasse
         Relativismo
         La formazione delle cattedre di lingua nella secondaria di 1° grado
         I posti di dirigente scolastico
         La dispersione scolastica
         Agli insegnanti di religione spetta l’indennità sostitutiva del preavviso di licenziamento
         Perché la formazione professionale è delle Regioni
         Il superiore gerarchico
         La copia scannerizzata della pagella
         Creatività ermeneutiche dei giudici del lavoro
         Il Piccolo principe e la bambina
         Precedenza per l’assistenza al genitore in stato di handicap
         Fermate le riforme della scuola
         La pausa caffè nella scuola
         L’insegnante lascia la scuola prima della conclusione dell’anno
         Anche agli insegnanti di IRC di ruolo utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie
         La Scuola e le cifre
         I dipendenti della Scuola non potranno più restare in servizio sino a 70 anni
         Tra le ferie e l’inizio dell’anno scolastico
         I Centri Servizi Amministrativi ridiventano Uffici Scolastici Provinciali
         La qualità degli apprendimenti scolastici
         L’insegnamento oltre le 18 ore settimanali di lezione
         La Scuola agli insegnanti
         Gli aspiranti dirigenti scolastici beneficati dalla finanziaria
         2010: addio alle graduatorie permanenti!
         L’obbligo scolastico e le preoccupazioni degli insegnanti per i tagli della finanziaria
         L’attesa della mamma d’una bambina
         La generosità dei professori
         L’auto-referenzialità delle scuole autonome
         Apologia del nuovo esame di esame di Stato
         Penelope, la scuola educatrice e l’extra-scuola
         Non sopprimete gli esami integrativi
         Il 2006/07: l’anno-ponte
         Le pluri-classi elementari
         Il rinnovo degli organi collegiali
         Il professore cancellato da tutte le graduatorie delle scuole della Repubblica
         Gli insegnanti dell’Università tornano alla presidenza degli esami di Stato
         Tornano i nomi degli istituti tecnici e dei professionali
         Il Ministro Fioroni scrive agli insegnanti
         L’insegnante di sostegno non segue il bambino in una scuola vicina
         La nuova autonomia finanziaria delle scuole
         Le qualifiche personali: orizzonti lontani
         Sul debito formativo
         Telefonini cellulari, MP3 e I-pod in aula

Fabio Scrimitore, Oltre le scuole invisibili

17/05/2007
Normativa, usi, vizi e virtù della scuola raccontati dall’interno. Con sapienza e ironia, di Enzo Mansueto
 
Fabio Scrimitore è provveditore agli studi di Bari, dopo una più che quarantennale carriera nei Csa di mezza Puglia. La sua conoscenza dei fatti della scuola è dunque tecnica e professionale, ma gli scritti consegnati a questo corposo volume ci dimostrano come una carriera autorevole non possa prescindere dalla sensibilità umana dell’approccio al lavoro.

Fabio Scrimitore, Oltre le scuole invisibili

28/05/2007
La bellezza del gioco, di Dino Levante 
 
Ci sono diversi tipi di approccio al proprio lavoro. Quello di Fabio Scrimitore, provveditore agli Studi di Bari, è faticoso ma, al tempo stesso, piacevole. Lo si comprende parlando con lui e, per chi non è così fortunato da conoscerlo personalmente, ora anche leggendo le brillanti pagine del suo recente volume Oltre le scuole invisibili.

Fabio Scrimitore, Oltre le scuole invisibili

19/06/2007

Quadri di scuola vissuta, di Leda Cesari

Carrello

Mostra il carrello.

Cerca libro

News