Novità in libreria

 

DARIO BUZZOLANLa vita degna. Romanzo
 

Quando Leonardo Bolina, impiegato comunale con un breve ma intenso passato da drammaturgo, va finalmente in pensione, decide di investire l'intera liquidazione nel sogno di una vita: mettere in scena uno spettacolo teatrale.
La scelta, economicamente folle, getta l’intera famiglia nello sgomento, che diventa crisi allorché lo spettacolo si trasforma in un colossale e umiliante fallimento.
Rimasto solo, Leonardo finisce a vivere in una casa di studenti, con la ventenne Lis innamorata di lui, e di cui lui si innamorerebbe volentieri se solo non si sentisse ridicolo; ritrova Adele, il grande amore di gioventù, che continua ad essere donna ideale e inafferrabile; incappa in un produttore truffaldino, in un lavoro sottopagato di fattorino, deve fare i conti con i figli – l'intransigente Matteo e la rassegnata Maddalena –, con un capetto nevrotico, un coinquilino geloso…
È lungo l'elenco di persone giocate che Leonardo crede di dover cancellare dalla sua esistenza – un'esistenza che deve tuttavia, ancora, essere degna.
leggi altro


 

GIUSEPPINA DE RIENZO, Terre di latte. Romanzo
 

Devastata dal terremoto del 1980, l’antica Irpinia, dove Antonia e suo fratello Andrés hanno vissuto fino all’adolescenza, è madre coriacea e insieme fragile: è terra di latte.
Il volo da un cavalcavia in cui morirono i genitori si ripresenta alle loro coscienze come baratro, sospensione; un dato di sangue, il teatrino che la mente riallestisce a ogni cedimento.
Quando, ormai adulti, tornano nel paese per svuotare la casa dell'infanzia, trovano un mondo stravolto, e provano a ripensare se stessi: il rapporto simbiotico che li lega, il senso di snaturamento di entrambi, Andrés terrorizzato dall'invecchiamento, dallo scoprirsi fragile come la terra che lo ha generato, e Antonia che vive tra due amori, Paolo il cerebrale, Niccolò l'eros, e le terre di latte dei suoi seni, che mettono a nudo un’identità controversa, dolente, minata dalla stessa passione che provoca negli uomini.
 leggi altro

 
 
 

BRUNO GAMBAROTTA, Il colpo degli uomini d'oro
Il furto del secolo alle Poste di Torino

Giallo
 

Giovedì 27 giugno 1996, ore 8 del mattino: alla direzione delle Poste di Torino i funzionari dell'Ufficio Cassa aprono i sacchi raccolti il giorno prima dalle varie sedi postali. Sono pieni fino all'orlo, è in scadenza il pagamento dell'ICI.
Dentro però, invece del denaro, trovano fumetti di Topolino e pagine di libri scolastici tagliuzzati della misura delle banconote da 100 e 50.000 lire.
Nel giro di recupero che fa il furgoncino blindato, preceduto e seguito da due auto di scorta, è successo qualcosa, anche se tutto sembrava andare liscio e nessuno si è accorto di niente.
Quattro insospettabili – o forse di più? - e la 'ndrangheta, le fughe in Albania e Costarica e due cadaveri nascosti in un noccioleto della Val Susa, pistole del secolo scorso ancora fumanti, playboy di provincia e mogli gelose...
Gambarotta ricostruisce la cronaca dettagliata del colpo sabaudo del secolo, una storia realmente accaduta che per molti mesi ha tenuto col fiato sospeso l'Italia. E lo fa lavorando sugli articoli della “Stampa”, intervistando avvocati e pubblici ministeri, studiando le carte del processo.
Una appassionante vicenda di nera raccontata come un romanzo giallo, dove le cose non sono mai quelle che sembrano.
leggi altro
 
 
 

LORIS CAMPETTI, Ma come fanno gli operai
Precarietà, solitudine, sfruttamento
Reportage da una classe fantasma

Colpiti dalla crisi e dalle politiche liberiste, privi di rappresentanza partitica e con un sindacato inadeguato, gli operai sono soli. Ai loro occhi la sinistra è responsabile dell’attacco ai diritti: cancellazione dell’articolo 18, assalto alle pensioni, jobs act e precarietà.
A questo quadro si aggiunge la crisi della solidarietà tra lavoratori, perché la perdita della speranza in un cambiamento apre la strada all’individualismo, che rischia di alimentare una guerra tra poveri: l’avversario non è più chi comanda, bensì chi sta più in basso ed è più debole. Ne sanno qualcosa gli immigrati.
Questo libro è un reportage sul cambiamento culturale dei lavoratori, un viaggio nelle grandi fabbriche, quelle in crisi e quelle con il vento in poppa, dalla Luxottica alla Fincantieri, dalla Brembo alla Beretta, dall’Agusta all’Aermacchi, dalla Maserati all’ex Pininfarina, a cui si affiancano puntate nella logistica e nei servizi, come . Foodora e le Coop reggiane.
Campetti traccia una lucida analisi politica e conduce un'indagine nella classe tradizionalmente spina dorsale della sinistra e che ora – forse – non esiste più.
leggi altro




EUGENIO DE SIGNORIBUS,
Stazioni. Poesia
 

La raccolta comprende due sezioni di quattordici testi con relativi congedi: un viaggio sentimentale a tutto campo, forse una doppia via crucis, umana e spirituale. La prima si compone di poemetti e quasi poemetti, intendendo con tale espressione la loro brevità rispetto al problema toccato: si fermano quando il discorso del cuore pare concluso e non vuole forzature. La seconda parte è composta da due sequenze di sette poesie e quasi poesie, in cui il soggetto entra nel dramma collettivo con tutta la non-potenza dell’umiltà e della compassione.
Declinano voci di profondo impegno morale ed ecologico, attraverso una emozione linguistica: la poesia deve contenere la passione e il turbamento che l'hanno generata, e i versi disegnano l'utopia di una società autentica mentre scuotono e sommuovono la lingua, come ha scritto Rodolfo Zucco.
Eugenio De Signoribus ci consegna un libro di sentimenti in cui il particolare dice dell'universale: va ricercata la salvezza condivisa, non solo quella individuale.
 leggi altro


 

 



ANTONIO PRETE
, Torre saracena
Viaggio sentimentale nel Salento

Questo libro è un viaggio nel Salento, e un ritorno nei luoghi dell'infanzia e adolescenza dell'autore. È una rievocazione personale fatta “da lontano” e assieme un itinerario fisico per strade e paesi della provincia di Lecce .
Attraverso gli occhi di Antonio Prete conosciamo un Salento altro: entriamo nelle case di Gallipoli e Otranto d'inverno, guardiamo ballare una tarantata, scopriamo i menhir e la città fortificata di Acaya, lavoriamo la cartapesta, ci spingiamo fino a Leuca finisterrae e alla grotta preistorica dei Cervi, passeggiamo nel barocco di Lecce...
Un percorso d'autore che racconta com'era il Salento prima che diventasse meta di migliaia di turisti, e il Salento com'è oggi, con i luoghi e gli aspetti sconosciuti che pur conserva: una terra che ha la sua peculiarità nei tratti antichi di storie e leggende, profumi e sapori ancora così autentici e inesplorati.
leggi altro

 

 

Seguici su Facebook - Twitter - Instagram

 

Gentilissimi, è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR – Regolamento UE 2016/679).
In accordo con le nuove disposizioni, potremo utilizzare i vostri dati personali soltanto previo vostro consenso.
Ci farebbe piacere mantenervi informati sulle nostre attività anche in futuro.
Se desiderate rimanere in contatto con noi ed essere sempre aggiornati sulle attività e le novità editoriali della casa editrice, non dovete fare nulla.
In questo modo, infatti, ci autorizzate a continuare a mandare le nostre comunicazioni all’indirizzo e-mail che ci avete fornito.
I vostri dati in nostro possesso (nome, indirizzo e-mail) sono utilizzati esclusivamente per le nostre newsletter e per gli aggiornamenti relativi alla nostra attività e non sono in nessun caso e per nessun motivo divulgati a terzi.
Se preferite non ricevere più comunicazioni potete disiscrivervi seguendo il link indicato in calce a questa mail.
Grazie per l'attenzione!

 



 

Cerca libro

News