Argomento “Giornale di Brescia”

Paola Baratto, Solo pioggia e jazz

19/11/2005

Il tempo è un gioco di specchi, di Claudio Baroni


Poche frasi, due pennellate. E quel pontile lo avete davanti agli occhi. Un aggettivo e su quell’isola già ci siete approdati.Ha una capacità evocativa notevole Paola Baratto. Essenziale, nitida, sicura.
Dietro la prosa levigata si coglie il lavoro certosino, ma il lettore scivola leggero come sull’acqua del lago che circonda l’isolotto di Aldien. Terra incantata, albergo di charme. Anche se il proprietario, uno strano filosofo dai lunghi silenzi, non fa alcunché per compiacere l’ospite.

Paola Baratto, Solo pioggia e jazz

23/02/2006

L'ossessione del tempo, di Anita Loriana Ronchi


Il tratto essenziale, nitido, sicuro, dalla forte capacità evocativa. Un nucleo centrale - il tempo - scandagliato nei suoi rimandi enigmatici, gioco di specchi che restituisce all’ineludibile finitezza del vissuto. Un libro che si misura «con un tema complesso, reso ancora più arduo dalla cifra del romanzo e dalla necessità di procedere per accumulazioni di indizi sino allo svelamento finale».

Condividi contenuti

Cerca libro