Argomento “www.affaritaliani.it”

Polpettology

26/10/2018

Rigoletto, di Angelo de' Cherubini

Giuseppe Minonne, Fame di sogni

16/03/2015

Un libro sull'attesa, di Alessandra Peluso

Antonio Errico, La pittora dei demoni

12/11/2014

L'essenza incandescente della vita, di Alessandra Peluso

AntonioErrico, L'esiliato dei Pazzi

18/03/2014

Un mosaico stilistico di alta perfezione, di Alessandra Peluso

Capita nel leggere di imbattersi in testi di un certo rilievo e spessore culturale per i quali nasce inconsapevolmente il senso dell'angoscia, quel senso heideggeriano del limite che soffoca, inquieta. Passa inequivocabilmente - quando presa coscienza della propria finitezza - si accetta coraggiosamente di parlarne così come mi accade leggendo L'esiliato dei Pazzi” (Manni) di Antonio Errico.

Antonio Lamantea, Risorgimento, Unità, Meridione

26/09/2012

Ancora si può paralare di questione meridionale?, di Pietro Magno

Argentina-Baini, Messi a 90

30/05/2010
"Nonostante Calciopoli, il calcio resta più pulito e giusto della vita", di Antonio Prudenzano

Il Mondiale sudafricano si avvicina e come ogni quattro anni accade le librerie si riempiono di titoli più o meno "presentabili" legati all'evento sportivo più atteso.

Giorgio Morale, Acasadidio

20/03/2009
Chi a casa di dio ci vive davvero, di Franco Romanò

Non sempre i titoli sono azzeccati, lo si sa; a volte, invece, quando lo sono, ci si accorge della loro importanza alla fine della lettura del testo. Mi è accaduto con questo romanzo. È difficile, infatti, condensare significati molteplici che si ritrovano puntualmente nel romanzo, e che vengono assai argutamente e ironicamente richiamati dalla scelta di fare dell’espressione idiomatica una singola parola.

Pino Romanelli, Elettrocardiodramma

22/05/2009
Una musica che muta ritmo, di Isabella Borghese

Per la lettura occorre sintonizzarsi e lasciarsi andare a queste pagine con la delicatezza, la musicalità, la poesia che Pino Romanelli richiede con il suo stile. Testi e musica  in "Elettrocardiodramma" infatti non sono mai scissi, piuttosto si accompagnano, si completano e arricchiscono i racconti con parole che potrebbero magicamente farsi colonna sonora dell’intero libro. Tra le pagine più coinvolgenti Il mare e il violino resta di certo la narrazione più completa e delicata.

Condividi contenuti

Cerca libro

News