Argomento “Studi”

Giovanni Ragagnin. Dire No al Nulla

€13,00
AA. VV.
Giovanni Ragagnin. Dire No al Nulla
A cura di Carlo Londero


Ma che cos’è l’arte se non il bisogno di dire No al Nulla, di attestare la pienezza mancante, di cercarla per vie diverse da quelle che l’esistenza ordinaria avrebbe saputo aprire a chi avrebbe avuto più fiducia?
Giovanni Ragagnin

info-copertina
anno: 
2016
pagine: 
120

Pasolini e la dittatura del presente

€12,00
Pasquale Voza
Pasolini e la dittatura del presente

 
L’inedito totalitarismo del nuovo Potere dei consumi, su cui Pasolini, dalla fine degli anni Sessanta, richiamava disperatamente l’attenzione (in forme immediate o mediate, dai testi giornalistici e saggistici a quelli letterari, poetici, teatrali e cinematografici), presentava notevoli punti di contatto con la legge del godimento (come sfruttamento compulsivo-consumistico del desiderio), creata dal “discorso del capitalista” di cui ha parlato Lacan.

info-copertina
anno: 
2016
pagine: 
112

Dostoevskij e la polifonia

€13,00
Luigi Pirandello
a cura di Paolo Jachia
Dostoevskij e la polifonia
Dal romanzo al teatro 1890-1936


Un confronto tra due giganti della letteratura, una lettura puntuale e originale di Dostoevskij fatta attraverso la penna di Pirandello

info-copertina
anno: 
2016
pagine: 
128

Le opere "brutte" di Giuseppe Verdi

€17,00
Massimo Mila
Le opere "brutte" di Giuseppe Verdi
a cura di Tito M. Tonietti


“Tutti capolavori? No, non si serve la causa di Verdi con l’ingenua pretesa che le sue opere siano tutte capolavori!”

 

info-copertina
anno: 
2015
pagine: 
216

Una filosofia femminista. in dialogo con Françoise Collin

€15,00
Una filosofia femminista. in dialogo con Françoise Collin
A cura di Chiara Zamboni


Essere filosofa e femminista, andando oltre gli specialismi, è stata la scommessa di Françoise Collin. Nata in Belgio nel 1928, nel 1973 ha fondato "Les Cahiers du Grif", prima rivista femminista in lingua francese. Trasferitasi a Parigi, ha continuato la sua attività in Francia e in altri paesi tra cui l'Italia.

info-copertina
anno: 
2015
pagine: 
120

Pensoso vo mesurando

€22,00
Giorgio Bárberi Squarotti
Pensoso vo mesurando
L’irruzione della modernità nella narrativa italiana tra tardo Ottocento e Novecento

In diciannove saggi sui maggiori scrittori dell’ultimo secolo e mezzo (da De Roberto a Verga, da Pirandello a Di Giacomo a Levi, Soldati, Moravia, Vittorini, Silone, Flaiano, Bonaviri, Consolo, Del Giudice), l’autore indaga la trasformazione del romanzo italiano, rilevando le discontinuità e i cambiamenti, e individuando anche sorprendenti linee di persistenza, che emergono soprattutto in rapporto ai temi del disagio e della lacerazione rispetto alla contemporaneità; il che è più evidente per quei territori (la Sicilia, Napoli, la Basilicata osservate non soltanto dagli scrittori locali) do

info-copertina
anno: 
2014
pagine: 
352

L’American Friends Service Committee e il soccorso quacchero in Europa dalla Grande guerra al 1923

€28,00
Paolo Macrì
L’American Friends Service Committee e il soccorso quacchero in Europa dalla Grande guerra al 1923
Macrì ricostruisce, sulla scorta di una documentazione di alto pregio ricavata dagli archivi quaccheri di Filadelfia, l’enorme sforzo umanitario realizzato dalle associazioni quacchere durante e dopo la prima guerra mondiale nei Paesi europei devastati dal conflitto e dalle successive carestie che si abbatterono sulle popolazioni inermi.
info-copertina
anno: 
2013
pagine: 
232

Discorsi parlamentari

€18,00
Paolo Volponi
Discorsi parlamentari
1984-1992
Il Mezzogiorno d’Italia, la riforma della scuola, il piano energetico nazionale, la guerra del Golfo, la politica industriale, il sistema radiotelevisivo sono alcuni tra i temi degli interventi di Paolo Volponi, parlamentare dal 1983 al 1993.
info-copertina
anno: 
2013
pagine: 
200
a cura di Paolo Giannotti e Maria Laura Ercolani

L’identità divisa

€18,00
Egidio Zacheo
L’identità divisa
L’Italia e il nostro debole spirito pubblico

L’oggetto della riflessione di questo libro è l’Italia: le sue anomalie, il disordine della vita politica, la scarsa tenuta morale, l’assai fragile civismo.
C’è in queste pagine una sorta di assillo dovuto alla convinzione che difficilmente riusciremo a costruire una convivenza all’altezza della civiltà di cui siamo eredi e a rafforzare il nostro spirito pubblico se non comprendendo fino in fondo le ragioni lontane che sono alla base del nostro ritardo civile e politico.

info-copertina
anno: 
2013
pagine: 
160

La follia delle parole nel Seicento e Novecento

€25,00
Anna Gertrude Pessina
La follia delle parole nel Seicento e Novecento
Antiche e nuove forme di comunicazione verbo-visiva

Questo viaggio critico comincia da un confronto ad alta tensione tra due secoli, il Seicento e il Novecento, fino a provare accostamenti audaci come quello tra Joyce e Galilei, carichi di suggestioni epistemologiche ed esistenziali, prima che strettamente letterarie.
Nell’introduzione, Francesco D’Episcopo annota come l’intero bagaglio della tradizione letteraria e linguistica venga sottoposto a una rilettura congiunta a una voglia di novità capace di rilanciare un’idea ribaltata dal rapporto tra contenuto e forma.

info-copertina
anno: 
2013
pagine: 
224
Introduzione di Francesco D'Episcopo
Condividi contenuti

Carrello

Mostra il carrello.

Cerca libro

News