Argomento “Atelier”

Daniele Piccini, Regni

01/09/2017

L'angoscia della parola responsabile, di Giuliano Ladolfi 

Alessandro Di Franco, Moscacieca

28/01/2010
Una saggezza del quotidiano, di Giuliano Ladolfi

Leggere i testi che giungono in redazione è uno dei più bei lavori che un direttore di rivista può svolgere, perché, anche se non si conosce personalmente la maggior parte degli autori, si stabilisce un contatto umano e letterario che incide profondamente. Il dott. Di Franco, che unisce l’arte di Esculapio a quella delle Muse, mi manda la sua terza raccolta in una sorta di dialogo cui rispondo sul blog di «Atelier».

Giacomo Leronni, La polvere del bene

12/08/2009
La ricerca introspettiva, di Giuliano Ladolfi
 
Giacomo Leronni vive a Gioia del Colle ed insegna poesia all’Università della Terza Età e francese alla scuola media di Turi. Ha già pubblicato su varie riviste e Polvere del bene è la sua prima raccolta.
Il nostro è «tempo: d’insidie e di velleità / di preziosa estinzione», è tempo di urla, di insulti, di lotte, nonostante le continue professioni di pace.

Donatella Tesi, Il cancello chiuso

01/12/2008
La speranza della testimonianza, di Giuliano Ladolfi
 
Finalista al premio P.E.N. Club 2006 nella sezione Lo scrittore più votato dagli scrittori, il romanzo della Tesi supera d’un balzo le mode momentanee per inserirsi su un filone di documentazione che non necessita né di fantasia né di invenzione, perché le vicende della vita continuamente ci sorprendono per la loro imprevedibilità.

Angelo Lamberti, Teatro instabile

01/12/2008
Il distacco della quotidianità, di Giuliano Ladolfi
 
Duplice è la disposizione stilistica di Angelo Lamberti in questa pubblicazione.

Giancarlo Sissa, Il bambino perfetto

01/12/2008
Scavare, lentamente, di Matteo Fantuzzi 
 
La prima sorpresa per chi conosce la Poesia di Giancarlo Sissa (a mio parere davvero, per citare una delle espressioni più famose di Marco Merlin, uno dei maggiori esempi di quella generazione nel limbo che è quella dei nati attorno al 1960, così poco strombazzata ma così importante per gli ultimi decenni della nostra poesia) è il notare, appena aperto il libro, che l’autore ha deciso di compiere il “salto”, di virare insomma verso la Prosa Poetica: un p

Marco Danese, Il passo

01/12/2008
Il cammino di una vita, di Giuliano Ladolfi
 
La raccolta si presenta come un’autoantologia che ripropone il cammino di una vita. Prevale un tono di stanchezza, determinato da una fatica di vivere che, nonostante lo sforzo di una costante ricerca, non è approdata ad alcun risultato. La poesia rimane come testimone di un cammino “a vuoto”, di una frustrazione continua, che l’età non lenisce, anzi acuisce.

Stelvio Di Spigno, Formazione del bianco

01/09/2008

Questa non è una recensione, di Marco Merlin

Franca Mancinelli, Mala kruna

01/03/2008
Un romanzo familiare, di Matteo Fantuzzi
 
Mala kruna, ovvero “piccola corona di spine”, opera prima della marchigiana Franca Mancinelli, si sviluppa come una sorta di romanzo familiare dove la poesia percorre e scandisce i tempi e la vita della protagonista, un’esistenza fatta di molte figure che nel tempo scorrono e si avvicendano con le poche certezze che i rapporti umani possono definire.

Elena Salibra, sulla via di Genoard

01/03/2008

Verso l'altrove, di Niva Lorenzini

Condividi contenuti

Carrello

Mostra il carrello.

Cerca libro

News