Argomento “Doppiozero”

Edmond Jabès, Il Libro del dialogo

13/02/2017

Edmond Jabès. La parola ferita, di Antonio Prete

“Non si racconta Auschwitz. Ogni parola lo racconta”. Così Edmond Jabès replica alla domanda se sia possibile scrivere poesia dopo Auschwitz. La frase compendia bene il cammino dello stesso Jabès, nella cui scrittura la parola ferita, la parola segnata dal tragico del Novecento, è insieme parola del dolore e della responsabilità, del deserto e del cielo che lo sovrasta, del vuoto e delle immagini che lo abitano, dei silenzi e delle voci che li attraversano e interrogano.

 

Paolo Volponi, Discorsi parlamentari

25/11/2014

I Discorsi parlamentari di Volponi, di Michele Dantini

Condividi contenuti

Carrello

Mostra il carrello.

Cerca libro

News