Argomento “Gazzetta del Mezzogiorno”

Lorenzo Greco, Il confessore di Cavour

20/01/2011

 L’Italia unita sotto anatem, di Giacomo Annibaldis

È legata alle celebrazioni del 150° anno dell’Unità d’Italia un’altra ricorrenza: i 150 dalla morte di Camillo Benso conte di Cavour. Uno dei massimi fautori dell’unificazione nazionale non poté vederne – e non poté governare – l’immediato prosieguo di nazione sotto una sola bandiera, perché morì il 6 giugno 1861, a soli cinquant’anni, pochi mesi dopo l’apertura del primo parlamento italiano.
La morte di Cavour costituì un momento ulteriore di conflitto con Roma.

Pietro Gatti Poeta

29/11/2010

Rime pugliesi in umile dialetto, di Pasquale Tempesta

Piero Rossi, Cape guastate

14/11/2010

Quelle «cape guastate» una poesia dell’umano, di Alberto Selvaggi

Falliti: tanti. Esponenti della manovalanza delinquenziale. Abbastanza. Marginali poveri in canna tutti quanti finiscono aggrumati, auspice un prete savio, in una cooperativa di pulizie barivecchiana, ramazze agognanti, bidoni issati come trofei maleodoranti.

Renzo Limone, Il segreto della miniatura

05/10/2010

L’universo visionario di una spy-story fra Parigi e Bruxelles, di Paolo Pellegrino

Come molti professori (da Umberto Eco ad Antonio ad Antonio Tabucchi, da Stefano Zecchi a Sergio Givone), anche Renzo Limone, ordinario di Letteratura latina medievale ed ex rettore dell’Ateneo salentino, deve aver pensato ad un certo momento che, oltre all’impegno di ricerca in un ambito specialistico, gli riusciva di esprimersi, forse anche più compiutamente, nel mondo della scrittura creativa.
Il segreto della miniatura
rappresenta il suo esordio narrativo.

Polito-Pennetta, La guerra del vino

09/09/2010

In Puglia rosso sangue sul rosso così scoppiò la «guerra del vino»

È oggetto di diverse iniziative storico-culturali l’anniversario della sollevazione popolare, provocata dal crollo del prezzo delle uve, e sfociata nei luttuosi avvenimenti di San Donaci (Brindisi): quel 9 settembre 1957 la forza pubblica aprì il fuoco sui manifestanti provocando tre vittime, tra cui una donna, e diversi feriti.
Un primo e significativo risultato è l’organizzazione di una mostra e la pubblicazione di un volume di documenti dal titolo emblematico La guerra del vino, a cura di

Antonio De Donno, Michel Tournier, la scrittura e il suo doppio

11/09/2010

Tournier, la scrittura e il suo doppio, di Gino L. Di Mitri

Michel Tournier è un autore francese ben noto in Italia. A molti lettori di casa nostra sono familiari romanzi come Il re degli ontani, Venerdì o il limbo del Pacifico e altre opere come il suo Diario aperto. A questa fortuna editoriale, tuttavia, non è corrisposta finora un’altrettanto fitta fortuna critica da parte della filologia contemporanea italiana: pochissimi i saggi a lui dedicati; talora meri paragrafi all’interno di opere generali, se non addirittura brevi menzioni.

Cavalluzzi-Rubini-Starnone, Il cattivo soggetto

12/03/2010
Storie del Sud per un soggetto mancato, di Maria Grazia Rongo

 

Giacomo Leronni, La polvere del bene

07/06/2010
Per certi versi , di Pasquale Tempesta

Le vaste contrade della poesia. È arduo attraversarle senza imbattersi nell’amarezza del disincanto a confronto di una realtà che tutto affastella, nel bene e nel male. Lasciando – ebbe a scrivere Mario Luzi - «macerie, murerie, carpente / sospeso un polverio».

Argentina-Baini, Messi a 90

10/06/2010
Gli azzurri «Messi a 90», di Giacomo Annibaldis
 
Siamo alle solite. La nazionale italiana di calcio va al mondiale in Sudafrica e il popolo mugugna: così non supereremo nemmeno il primo turno; è una formazione di vecchietti; mancano le vere personalità… La nostra squadra parte – anzi, a ben vedere, è sempre partita – sotto i più infausti pronostici, schiacciata dal cumulo delle frustrazioni del Paese, circondata dalla «sfiducia nelle nostre possibilità».
Condividi contenuti

Carrello

Mostra il carrello.

Cerca libro