Argomento “La Sicilia”

Bruno Gambarotta, Non si piange sul latte macchiato

26/04/2017

Il giallo tutto da ridere e gustare, di Giuseppe Nativo

Bruno Gambarotta, Non si piange sul latte macchiato

26/04/2017

Gambarotta e il giallo tutto da ridere e gustare, di Giuseppe Nativo

Alessandro Puglia, Fiorire di maggio

05/03/2017

La poesia codice di vita che colma le distanze, di Grazia Calanna

Paola Baratto, Tra nevi ingenue

16/10/2016

La luce spontanea dell'interiorità, di Francesco Mannoni

Paola Baratto, Giardini d'inverno

17/12/2014

Il lirismo dei Giardini d'inverno, di Francesco Mannoni

Antonello Carbone, A Taormina d'inverno

07/11/2013

Sicilia e mistero, di Mariolina Lo Bello

La vita stanca

01/07/2013

Il naufragare creativo dentro il male di vivere, di Tiberio Crivellaro

Antonello Carbone, A Taormina, d'inverno

31/05/2013

Mistero alla siciliana, di Gianni Nicola Caracoglia

Antonello Carbone, A Taormina, d'inverno

20/05/2013

Misteriosa morte di una bella ragazza a Taormina, di Gianni Nicola Caracoglia

Melina Barbati, Tele del tempo

01/08/2012

Le poesie di Barbati, di Enza Barbagallo

Del testo la cui tessitura linguistixca è stata definita “rigorosa e vibrante" ha colpito la forza con cui l’autrce dipinge momenti di vita personale facendone piccole tele del tempo che domina sovrano e sottolinea il valore stesso della vita e dell’esistenza anche se dolorosa.
Per Melina la poesia è come il luogo della realtà quotidiana.
Il testo è diviso in tre sezioni: nelle prime due la malattia del fratello Gianni e la fine di un amore, la terza versi scritti durante i suoi viaggi.
Condividi contenuti

Carrello

Mostra il carrello.

Cerca libro

News