Anno Domini 1968

€11,00
Articolo:
AA. VV.
Anno Domini 1968
L'immaginazione che voleva il potere

A più di un quarto di secolo, il giudizio sul Sessantotto è ancora assai controverso: fu uno psicodramma collettivo, mediante il quale si diede libero sfogo ai sentimenti repressi (Aron)? Oppure rappresentò un ritorno esplosivo alle ideologie utopistiche precedenti le rivoluzioni del 1848 (Touraine)? Furono anni di sogno oppure di piombo? Anche in sede storica il ’68 sembra essere proteiforme, un’autentica «epifania della molteplicità» (Eco). Sia per chi l’ha vissuto sia per chi non l’ha conosciuto direttamente, il ’68 si colloca in un immaginario collettivo entro il quale si ripresenta come un «enigma» dai molti volti, irriducibili ad una sola immagine che finirebbe per tradire la feconda e caotica capacità eruttiva.
Di tale complessità tenta di dare conto il presente volumetto, mediante una molteplicità di approcci curati da studiosi, testimoni e protagonisti del ’68, da Joan Baez a Mario Capanna, da Furio Colombo a Sergio Dalmasso, da Francesco Guccini a Fabio Minazzi a Zeynep Oral.

info-copertina
Anno Domini 1968
anno: 
2004
pagine: 
136
isbn: 
88-8176-578-0

Anno Domini 1968. L'immaginazione che voleva il potere

06/01/2005

Stanca mitologia di una rivoluzione fallita, di Nicola Vacca


Ha ancora senso parlare e scrivere libri sul movimento del '68? Il fallimentare significato storico di quella esperienza forse oggi interessa soltanto il popolo no global. [...] Anno Domini è un libro appena pubblicato, che raccoglie alcune testimonianze di uomini e donne illustri, oggi esperti navigatori del politicamente corretto, perché ieri hanno militato nel 68. [...] Il libro finisce per essere l'ennesima giustificazione di una certa intellighenzia di sinistra [...].

Anno Domini 1968. L'immaginazione che voleva il potere

01/02/2005

Libri, di Pierpaolo Lala

[...] I testimoni sono la folk singer americana Joan Baez (che lancia qualche strale anche sull'attuale politica "assistiamo alla svalutazione di tutto ciò che è cultura. Bush si vanta di non leggere"), il leader del movimento milanese Mario Capanna, il giornalista e direttore de l'Unità Furio Colombo (che parla dell'America dei Kennedy negli anni sessanta), il cantautore Francesco Guccini e la giornalista turca Zeynep Oral. Molto utili anche la cronologia e la bibliografia (entrambe sul sessantotto e dintorni).

Cerca libro

News