Il tredicesimo alla cena

€10,00
Articolo:
Antonio Fracasso
Il tredicesimo alla cena
Antonio Fracasso è nato nel Salento, a Tricase, il primo gennaio 1918. Ha vissuto per lunghi anni a Lecce, dove è mancato il 19 marzo 2003.
È stato insegnante elementare nelle scuole rurali, a Nociglia, a Galatina e infine a Lecce alla Armando Diaz, dove concluse i quaranta anni di docenza.
In pensione dal 1978, acquistato un pianoforte, cominciò un secondo impegno di passione e di studio, accanto alla scrittura poetica e narrativa, compagna di sempre.
Ai testi letterari unì la composizione musicale dando vita a melodie che gli valsero grandi riconoscimenti. Lecce nu me murire, suonata dall’Orchestra della Provincia diretta dal maestro Realino Mazzotta, negli anni Novanta, è fra le sue composizioni più belle e toccanti.
info-copertina
Il tredicesimo alla cena
Libro novità
anno: 
2009
pagine: 
144
isbn: 
978-88-6266-203-1

PRIMI VERSI

Tricase

Io nacqui in un paese di magia
la cui marina fresca ed odorosa
lambe la roccia da mill’anni rosa:
io nacqui dove fu la casa mia.

Ora vi torno, con malinconia,
come si torna ad un’antica sposa
e il piede, stanco, premere non osa
questa riviera scabra e solatia.

Fra cielo e mare ed ubertosi colli,
fra odor di muschi e di salmastre arene
s’apre il mio petto, mentre in giri folli

per l’aria saettanti alle carene
guizzan, con ali che per me non volli,
rondini nere come le mie vene.

Il tredicesimo alla cena

E taccio, come un’anima che pena
tra le pieghe d’un viso attento e muto;
non il cielo colori rasserena,
non il sole che torna, pio, saluto;

io sono il tredicesimo alla cena,
a volte sono forse il più vissuto
se rimiro la scarna nera vena
e ricorro il mio tempo ormai perduto.

E lento incedo, pensieroso e mesto
quando la calma mi ritorna in cuore,
ovvero svelto, quasi folle, infesto

le vie, la casa, le persone, l’ore:
perché allora il destino m’è contesto,
né il profumo aspirar posso d’un fiore.

Antonio Fracasso, Il tredicesimo alla cena

07/04/2010
 Racconti «in fuga» e note poetiche, di Dino Levante
 
Due autori, due stili narrativi, un’unica casa editrice. Questi i nostri consigli per la ripresa del piacere della lettura, dopo le festività pasquali.
 
Il primo scrittore ha attraversato tutte le stagioni umane e sociali. Ha conosciuto la gioia e la sofferenza, la guerra e la pace, l’esperienza dello spettatore e dell’attore principale anche nel ruolo di protagonista politico.

Antonio Fracasso, Il tredicesimo alla cena

01/06/2010
Le poesie di un maestro, di Angelo Centonze
 
Il tredicesimo alla cena è un compendio dell’attività letteraria del tricasino Antonio Fracasso, insegnante di scuole elementari per lunghi anni. Il testo raccoglie, infatti, poesie scritte in italiano e in vernacolo, racconti e testi di canzoni da lui stesso musicate.

Cerca libro

News