Stefania Rabuffetti, Il perimetro dell'anima

24/11/2009

Proposta n. 64

Pazzia
La pazzia
mi è entrata in testa
col contagocce
da una casacca
con braccia annodate
dietro la schiena
 
la pazzia è caduta
come grandine incolore
che lascia buchi asciutti
e fa uscire fumo grigio
 
la pazzia mi scuote
il capo come un’urna
piena di frottole
che lievitano lievitano
per poi esplodere
in urlo disumano .
*
 
Dove andare a finire
Il tempo a volte tira diritto
a volte si ferma
ed io nel mezzo
non so quando scansarmi
o mettermi a sedere
 
non so se aspettare la pioggia
che il tramonto si ricicli in aurora
non so dove andare a finire
da che parte guardare
quanto ancora aspettarti.
 

Cerca libro

News