Argomento “l'adc”

Giovanni Bernardini, I bruchi

01/12/2008
Libri del 2008
 
Il modo grottesco e ironico con cui Giovanni Bernardini tratta i drammi e le degenerazioni della società sembra celare l’amarezza della consapevolezza. Conoscenza che gli deriva dai suoi ottantacinque anni, alcuni dei quali vissuti in pieno conflitto mondiale e molti spesi nello studio. Forse solo chi ha visto la guerra può scriverne così come fa Bernardini, può permettersi il lusso di costruire una narrazione onirica come quella de I bruchi con personaggi stravaganti e situazioni strampalate.

Langiu-Portaluri, Di fabbrica si muore

01/12/2008
Libri del 2008
 
Dicono che furono in pochi a sentire quella sorda esplosione la mattina del 26 settembre 1976. Chi era in acqua a fare il bagno, però, vide un grande fungo che si alzava verso il cielo. Era esplosa la colonna di lavaggio che conteneva l’ammoniaca del petrolchimico di Manfredonia, ai piedi del Gargano.

Dyan revisited

01/12/2008
Libri del 2009
 
Dopo i musicisti che raccontano Che Guevara, gli scrittori parlano di un grande musicista. La salentina Manni propone questo interessante Dylan revisited. Racconti su Mr. Tambourine a cura di Gianluca Morozzi e Marco Rossari. Sedici scrittori si sono cimentati con Robert Allen Zimmerman. Non è solo un cantante ma l’icona di molte generazioni, un poeta, un cialtrone, un ebreocattolico, un visionario, un narciso, un misantropo, un acustico e un elettrico.

Salvatore Leopizzi, Don Tonino Bello. Croce e fisarmonica

01/12/2008
Libri del 2008
 
La normalità di un uomo straordinario, come dice il sottotitolo del libro, è il cuore di questo volume che raccoglie testimonianze, riflessioni, documenti e memorie sull’uomo e sul sacerdote don Tonino Bello. Nel volume è riportata anche Pace, giustizia e salvaguardia del creato, la conferenza che il sacerdote di Alessano tenne nel 1990 a Racale (Lecce) per la Giornata Mondiale della Pace.

Alda Merini, Antenate bestie da manicomio

01/12/2008
Libri del 2008
 
Un testo che sembra essere quasi una specie di piccola autobiografia, un compendio di pensieri e di riflessioni profonde partorite con la naturalezza, la semplicità, l’ironia e il dolore di cui solo la poetessa dei Navigli è capace. In Antenate bestie da manicomio il confine tra prosa e poesia si dissolve quasi per cedere il passo alla creazione improvvisa, all’intima ispirazione che è la cifra stessa dell’arte di Alda Merini.

Donato Valli, Chiamami maestro

01/12/2008
Libri del 2008
 
Il diario del poeta di Lucugnano, le cui pagine intense ci consegnano non solo la voce e la personalità di Girolamo Comi ma, in senso più ampio, l’affresco di un’epoca in cui il Salento dialogava alla pari con la cultura italiana e recepiva le istanze più vive del panorama europeo.
Condividi contenuti

Cerca libro

News