Argomento “Il Domenicale”

Naim Kattan, Addio Babilonia

09/01/2011

Bagdad com'eri bella e serena, di Elisabetta Rasy

Aldo Maria Valli, Nudi e crudi

21/01/2005

Padri e figli nell'era del computer, di Giuseppe Romano


[...] Valli, nei cinque o sei libri che ha dedicato alla sua famiglia man mano che si affollava, si rifiuta esplicitamente di teorizzare su quella che, in definitiva, è la vita quotidiana di una famiglia (la sua). Piuttosto insegue la dimensione pratica. In Nudi e crudi si raccontano fatti e fatterelli di comunicazione familiare che evidenziano con la forza del loro stesso pragmatismo quale sia il requisito essenziale, primario e ineliminabile, affinché il tempo non passi invano.

Luigia Sorrentino, C'è un padre

18/10/2003

Dai figli ai padri di generazione in generazione, di Davide Brullo


Che cosa c'è di più semplice ma anche di più arcano, di più speciale ma anche di più difficile che il rapporto con i genitori? I genitori, beninteso, considerati come la memoria della stirpe cui si appartiene, come i primordiali complici e i primordiali nemici. La lirica di Sorrentino parte decisamente da qui, da questo assunto potente che fa il paio a quello altrettanto evidente per le sue singolari ragioni biografiche del mare.

Condividi contenuti

Cerca libro

News