Argomento “Il Riformista”

Abe Kobo, L'incontro segreto

14/12/2005

Viaggio onirico alla ricerca della moglie perduta chiedendo istruzioni a un cavallo che parla, di Abe Kobo


Magro, a prima vista, ma muscoloso. Porta lenti a contatto (miopia media). Capelli appena ondulati. Una piccola cicatrice all’angolo sinistro delle labbra (conseguenza, pare, di una scazzottata ai tempi della scuola. Il soggetto possiede, comunque, un temperamento estremamente mite). Fuma non più di dieci sigarette al giorno. Particolarmente abile con i pattini a rotelle. Ha lavorato per un po’ come modello posando nudo.

Grano o grane

08/02/2006

Il grano e il loglio…
Prefazione di Mario Capanna


La richiesta di produrre su vasta scala e di commercializzare frumento transgenico, presentata dall’azienda Monsanto in Canada e negli Stati Uniti, ha segnato uno spartiacque decisivo nel settore delle biotecnologie alimentari e, più in generale, nel campo delle manipolazioni genetiche.
Si passa da un orizzonte tecnico-scientifico che appariva fino ad ora lontano, definibile in modo circoscritto e settoriale, ad un altro più vicino, più prossimo a quella forma di esistenza che ogni giorno decliniamo come “quotidiano”.<

Lucia Marchitto, Teresa dei ricordi

08/03/2006

Le gioie e le doglie di Teresa, una vita di ricordi


È strana la memoria perché adesso non ricordo cosa raccontava in seguito la nonna, ma mi viene in mente il giorno che nacque mio fratello. Mio fratello che doveva chiamarsi Severo omVittorio come i due nonni.

Giuseppe Santoro, L'ombra del carrubo

20/07/2005

La sua immutata vitalità


 

Massimo Loche, Lo scottante problema delle caldarroste

27/07/2005

Lo scottante problema linguistico delle caldarroste e delle baby sitter finite in manette sui giornali, di Massimo Loche


Gli storici della lingua concordano con sorprendente unanimità: l’italiano contemporaneo si è formato e modificato sotto l’impulso decisivo dei giornali prima e in seguito della televisione, ma soprattutto a quest’ultima si deve l’unificazione linguistica dell’Italia.

Pietro Chiari, La filosofessa

12/10/2005

La filosofessa italiana, il romanzo moderno del letterato gesuita che avversava Goldoni
Articolo primo, di Pietro Chiari


Io scrivo le mie avventure per mio solo divertimento. Non cerco, come altre donne del mio secolo, la bella gloria di farmi immortale da me medesima colle pubbliche stampe. In una età più feconda di lettere, che di Letterati, in cui per istampare molti Volumi basta saperli scrivere, io credo, che l’intenda meglio degli altri, chi si diverte delle altrui debolezze, in vece di divertir altrui colle sue.

Umberto Saba, Quante rose a nascondere un abisso

22/12/2004

Cinquant'anni di corrispondenze amorose nel carteggio romantico e intimista tra il poeta Umberto Saba e "Lina mia"

Giuseppe Cassieri, La strada di ritorno

16/03/2005

Gli assaggi di Bookmark
I primi segnali di chi vuole licenziarsi dal mondo


 capitolo I


Ricordo benissimo i primi segni di un tarlo che sarebbe divenuto implacabile: licenziarmi dal mondo, licenziarmi senza giusta o ingiusta causa, senza un danno irreversibile, e anzi in sostanziale armonia fisica.
Cinque anni addietro, nel mezzo di una sciatta primavera romana, esco dall’università e imbocco via XX settembre, diretto alle Scuderie del Quirinale che ospitano arazzi fiamminghi del diciassettesimo secolo.

Francesco Venditti, My sweet family

06/05/2005

My sweet family: pensieri, valigie e fantasmi


Nella mia camera


Finestra appannata, pioggia cadente.
Specchio in faccia.
Cane che ride.
Moquette anni ottanta, luce del duemila. Puzza di muffa.
Carta da parati sbrindellata dal tempo.
Che non passa mai inesorabile.
Qui sto bene.
Sono felice.
Respiro.
Vivo. Finalmente.
Tutte le volte che esco dalla mia camera è come spegnersi. Resettare.
Cervello di polipi che attacca ventose.
Di nuovo finestra.

Eurobuisness in Iraq

29/09/2004

I perché di una guerra

Condividi contenuti

Cerca libro