Argomento “Qui Salento”

Nicolangelo Barletti, Vita felice di un pesce rosso

01/02/2005

Guardando il volto della città come in un film, di Monica Maggiore


[...] I tre personaggi principali vivono luoghi veri in momenti quotidiani tra il Salento e Roma, ma giocano tutti in un "allenamento" comune: prendere tempo, rallentare il vero in esercizi di scomposizioni di scene, contemporaneamente a quelle reali. Fantasie di film muti prendono forma come a smontare le zone grigie di dentro, divenendo caratteristica costante nella vita di relazione.

Maria Pia Romano, L'estraneo

01/03/2005

Le parole dell'amore per farsi accogliere, di Antonio Errico


Per scrivere l'amore bisogna saper creare un vuoto. Bisogna che ogni cosa diventi lontananza, che la realtà diventi evanescenza, che il tempo non scateni più quell'ansia che scatena, senza pietà, ad ogni istante. Per scrivere l'amore bisogna saper non aspettare e non cercare mai chi nella realtà si aspetta o si vorrebbe cercare.

Condividi contenuti

Cerca libro